CURA E MANUTENZIONE

CURA E MANUTENZIONE: MANUTENZIONE QUOTIDIANA Prendersi cura di CRISTALPLANT®  è semplice e veloce. È sufficiente pulire CRISTALPLANT® con acqua saponata o comuni…. solid surface Italy, solid surface, vasca da bagno, lavello, cristalplant, cristalplant biobased, lavandino, bath, sink

CURA E MANUTENZIONE

MANUTENZIONE QUOTIDIANA
Prendersi cura di CRISTALPLANT®  è semplice e veloce. È sufficiente pulire CRISTALPLANT® con acqua saponata o comuni detergenti per rimuovere la maggior parte delle macchie e dello sporco che si possono depositare sulla superficie. Sono in particolare consigliati detergenti in gel, o abrasivi, avendo cura di risciacquare bene la superficie, utilizzati con una spugna abrasiva tipo "Scotch Brite®" come campione allegato; in questo modo verrà mantenuta la finitura opaca originale, caratteristica distintiva del CRISTALPLANT®

COME PREVENIRE DANNEGGIAMENTI
La superficie ha una buona resistenza alle macchie in genere; ciò nonostante si sconsiglia l'utilizzo di prodotti chimici aggressivi quali acetone, trielina, acidi o basi forti. Alcune sostanze come inchiostro, cosmetici e tinte, a contatto prolungato con il materiale possono rilasciare coloranti sulla superficie di CRISTALPLANT®, stessa cosa per le sigarette accese; ma il tutto può venire rimosso seguendo i consigli sotto riportati.

RIMUOVERE MACCHIE OSTINATE, GRAFFI E BRUCIATURE
CRISTALPLANT® è però un materiale omogeneo in tutto il suo spessore può quindi essere riparato dalle aggressioni superficiali, quali graffi, bruciature di sigaretta e macchie ostinate riportando la superficie alla bellezza originale, semplicemente seguendo queste indicazioni: per piccoli danneggiamenti è possibile ripristinare la superficie adoperando una spugnetta abrasiva Scotch Brite® (marchio registrato 3M) e un comune pulitore abrasivo. Levigare superficialmente la parte danneggiata. Se il difetto è ancora visibile ripassare levigando con carta abrasiva molto fine.

UTILIZZARE:
Detergenti in crema o polvere come CIF®, VIM® o simili che contengano micro-granuli che abradono la superficie. L'alcool etilico denaturato può essere utilizzato avendo l'accortezza di risciacquare bene la superficie.

NON UTILIZZARE:
Solventi come acetone o trielina e altre sostanze chimiche aggressive come acidi forti (acido muriatico...) e basi forti (soda caustica...). Detergenti industriali o altri di cui non si conosce l'aggressività, in questo caso è bene fare la prova in una zona non a vista prima di applicarlo su una vasta zona. Sostanze molto aggressive per sgorgare i lavelli. Solventi utilizzati nel settore della verniciatura.